Questo sito rilascia cookies tecnici per consentirne il funzionamento, oltre a cookies, anche di terza parte, di 'analytics' per fare statistiche sul traffico ed attivare il miglioramento. Cliccando su "Conferma Scelte", acconsenti all’uso dei cookies qui sotto proposti o da te selezionati. Cliccando su "Accetta tutti i cookies" li abiliti tutti. Per saperne di più

IL MONDO DELLA MAFIA ATTRAVERSO I SOCIAL

Gli alunni del liceo Pansini di Napoli incontrano il Prof. Marcello Ravveduto

 

Il Prof. Marcello Ravveduto, docente di Digital Public History all' Università di Modena e di Salerno, ha incontrato gli alunni del liceo “A. Pansini” per una riflessione sul tema: "Il mondo della mafia attraverso i social e le moderne forme di comunicazione”.

Il dibattito ha preso spunto proprio dal titolo della sua recente pubblicazione: “Lo spettacolo della mafia”, dal quale sono state lette alcune pagine significative, a proposito della musica, dei social, delle serie televisive.

Il libro apre, infatti, profili di analisi molto interessanti sul mondo dell’attualità, sulla società contemporanea e sul fatto che oggi si assiste sempre più ad una sorta di spettacolarizzazione della mafia, fatta di narrazioni suggestive, immagini, musica, una sorta di ‘mitologia del mafioso’ che alimenta l’immaginario giovanile, talvolta addirittura lo conquista.

Lo scopo dell’incontro è stato, quindi, di cercare di capire le relazioni tra la realtà criminale, con le sue mitologie, ed il mondo della comunicazione, svelando stereotipi e luoghi che alimentano la consueta rappresentazione del mondo criminale.

I post, i video-clip, le canzoni, la musica neomelodica o trap, che talvolta ritraggono proprio quel mondo, di che cosa si fanno portavoce, quali istanze, valori o disvalori rappresentano e, soprattutto, quale influenza hanno sui giovani, anche quelli non legati al mondo della criminalità?

           Il progetto è stato ottimamente organizzato e coordinato dalla prof. ssa Elvira Pica e dalla prof. ssa Monica Sorvino e ha visto coinvolto le classi V F e VC. 

Qui di seguito il la registrazione dell’incontro nella quale troverete molte risposte non banali a questi interrogativi.

Galleria Foto